Lago di Vico

Lago di Vico

Il lago di Vico (in latino: Lacus Ciminus o Lacus Ciminius) è un lago di origine vulcanica dell’Italia centrale situato nella provincia di Viterbo. Esso vanta il primato di altitudine tra i grandi laghi italiani con i suoi 507 m s.l.m. Per le sue peculiari caratteristiche naturali, il comprensorio Vicano è incluso tra le aree di particolare valore naturalistico del Lazio e tra i biotopi di rilevante interesse naturalistico in Italia. È circondato dal complesso montuoso dei monti Cimini, in particolare è cinto dal monte Fogliano (965 m) e dal monte Venere (851 m), è parte della Riserva Naturale Lago di Vico.

Il lago di Vico è una Riserva Naturale ed area protetta sin dal 1982 e per tale motivo si è salvato dalla speculazione edilizia. Sono pochissime le abitazioni che si affacciano sul lago , esiste solo una piccola zona residenziale che è stata realizzata negli anni ’60 -’70 che ricade nel Comune di Ronciglione.

Secondo la leggenda ebbe origine dalla clava che Ercole infisse nel terreno per sfidare gli abitanti del luogo; nessuno riuscì a rimuoverla. Quando lo fece Ercole, sgorgò un enorme getto d’acqua che andò a riempire la valle formando così il lago.

Il Lago di Vico è riconoscibile per la sua forma caratteristica a ferro di cavallo dovuta alla presenza dello sperone del M.te Venere (mt. 837 slm) un cono vulcanico secondario all’interno del cratere principale che ospita il Lago di Vico, formato dall’ultima fase eruttiva del vulcano. Un buon sistema di strade consente il periplo del Lago di Vico,così come pure la percorrenza di sentieri naturalistici, godendo sempre di stupendi panorami anche perchè il Lago di Vico ospita un ecosistema di eccezionale importanza.

La Riserva Naturale del Lago di Vico comprende una grande varietà di ambienti naturali o ecosistemi, l’ambiente boschivo, con estesi boschi d’alto fusto di faggio e cerro che annoverano esemplari di piante plurisecolari.

L’ambiente palustre, concentrato nella zona delle pantanacce, formata da acquitrini, canneti e giuncheti che ospitano interessantissime specie di uccelli acquatici e d’ambiente lacustre propriamente detto con una ricca fauna ittica del lago di vico.

La Riserva Naturale del Lago di Vico, intende tutelare questo notevole patrimonio naturalistico da ogni possibile alterazione favorendo, nello stesso tempo, lo sviluppo razionale delle attività produttive tradizionali della valle di Vico, che non potranno che trarre giovamento dalla difesa degli equilibri naturali presenti nell’ambiente circostante.

Il Lago di Vico in Provincia di Viterbo vanta il primato di altitudine tra i grandi laghi italiani con i suoi 510 m s.l.m. I pendii rivolti a mezzogiorno sono coperti da boschi di castagni e cerri, mentre nelle zone più fredde compare la faggeta.

Il lago di Vico è in realtà il risultato della attività vulcanica ed è quello che meglio ha conservato la caratteristica forma che ne testimonia l’origine. Il lago ha avuto origine circa 100.000 anni fa in seguito al riempimento della caldera vulcanica.

Fonte Wikipedia – Infoviterbo